LASCIATI INCANTARE

DAL TERRITORIO

Agritur Bella di Bosco si trova in Valle di Non, una frazione del neo-comune di Predaia, sull’altipiano della Predaia, una delle zone più belle della valle.
Smarano sorge a quasi 1000 m d’altitudine, in posizione pianeggiante e soleggiata, da cui si gode di una stupenda vista sulle cime rocciose delle Dolomiti di Brenta.

Le Dolomiti di Brenta fanno parte del Parco Naturale Adamello-Brenta, dimora di varie specie selvatiche fra cui il più caratteristico è l’orso bruno, protagonista di un progetto di reintroduzione ad opera della Provincia Autonoma di Trento. Il luogo che più rappresenta il parco è sicuramente il Lago di Tovel, famoso poiché fino agli anni 60 diventava rosso, ma che ora è caratterizzato da acque cristalline.

Alle spalle di Smarano, verso nord est, si innalza il monte Roen (2116 m), che sale dolcemente dal versante noneso, per ricadere a strapiombo verso la valle dell’Adige. Si tratta di una vasta montagna con ambienti molto vari e una biodiversità di rilievo, che offre spazi sia per brevi passeggiate che per escursioni di una giornata. Verso la sommità sono presenti due malghe tuttora attive che caratterizzano la dolce cima per la presenza di grandi pascoli sopra cui non è improbabile veder volare l’aquila reale.
Ad est di Smarano, a 10 min di macchina, si trova la Predaia, una zona unica per la presenza di prati ricchi di fiori colorati e di insetti, indice di uno sfruttamento poco intensivo, legato alla scarsità d’acqua ed alla distanza dal paese.

Altro luogo che merita, molto vicino a noi, è la località Due Laghi di Coredo, dove è possibile fare una piacevole passeggiata, che volendo prosegue fino al Santuario di S. Romedio. La passeggiata intorno ai laghetti è adatta a tutti,anche a chi fa jogging o chi vuole fare dei sani esercizi all’aria aperta grazie alla presenza di attrezzature di palestra. Qui i bambini e le famiglie si possono divertire al parco giochi e perché no, magari anche facendo una grigliata in uno dei numerosi grill messi a disposizione.

Oltre alle ricchezze paesaggistiche e naturalistiche, la Val di Non o Anaunia, vanta un gran numero di castelli, alcuni in rovina già da molto tempo, altri tuttora abitati dai discendenti di potenti famiglie nobili. Fortunatamente uno dei castelli più grandi e caratteristici, nonché tenuto in buone condizioni, Castel Thun, è di proprietà della Provincia Autonoma di Trento.

Un altro gioiello della valle di Non poco distante da Smarano è il Santuario di San Romedio, famoso soprattutto nel mondo tedesco per le origini austriache del santo. Il santuario, collocato su una alta roccia, è composto da varie chiesette costruite in momenti diversi, la più antica delle quali risale al XI secolo. La leggenda narra di come Romedio, nobile della casata austriaca dei Thaur, lasciate le ricchezze ed essendosi ritirato in eremitaggio sulla roccia dove oggi sorge il santuario, un giorno decise di recarsi a Trento dal vescovo Vigilio. Essendo ormai vecchio, vi andò a cavallo, ma incontrò un orso che glielo sbranò. Grazie alla sua grande fede, rese l’orso mansueto e lo cavalcò fino a Trento. Orario: dalle 9.00 alle 17.00

Molto suggestivo è anche il sentiero incastonato nella roccia che da Sanzeno porta al Santuario di San Romedio.

Da non perdere, poi, il centro storico di Trento, con il Duomo di San Vigilio, il Castello del Buonconsiglio, il Palazzo delle Albere ed il Museo Tridentino di Scienze Naturali.

A Rovereto invece si trova il celebre MART ovvero il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Bolzano, conosciuto a livello internazionale .

Se si vuole respirare un clima più “nordico”, ci si può recare nel vicino Alto Adige, a Bolzano, dove è consigliabile una visita al Museo Archeologico dell’Alto Adige, dove è visibile il celebre uomo venuto dal ghiaccio o mummia del Similaun. Per chi non lo sapesse, si tratta di una mummia perfettamente conservata, rinvenuta con tutto il suo equipaggiamento sul ghiacciaio della val Senales nel 1991. Dopo numerosi esami, si è scoperto che l’uomo venuto dal ghiaccio o, più affettuosamente, “Ötzi”, visse 5000 anni fa e morì su quelle gelide montagne assassinato da una freccia.

Un’altra cittadina altoatesina di interesse è Merano, famosa per le sue terme e per il clima quasi mediterraneo regalatole dalla sua posizione.

COSA VISITARE

DURANTE L'ANNO

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie Policy